ILLUSI

Gli artisti si riciclano.

io stesso,

dal basso della mia esperienza,

non riesco ad estendere nuovi confini.

Sembra tutto assai confuso,

vissuto,

materialmente statico.

Ci consumiamo per qualcosa d’assai precario,

tentazioni allettanti,

capaci di sorvolare un attimo,

fin a perderne la tentazione finale.

L’oggetto del discutere,

sembra avere smarrito la peculiarità,

la narrazione di veramente valido.

Andando avanti,

virtuale su virtuale,

riusciremo solo a soddisfare paradisi artificiali,

finzioni che che giostrano la mente,

pezzi di letame ormai dedotti,

scaricati e stabili nelle nostre membra.

ILLUSIultima modifica: 2019-12-09T19:04:23+01:00da anima-labile
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento