ORDINI

Ho sognato già,

tutta questa ruggine,

le invettive spicciole,

i movimenti catartici,

il sapore dolciastro del tuo sperma,

la velocità fraintesa di una idea,

l’arrendevolezza semmai tardiva,

di un sentimento assai scontato,

precotto,

lasciato ai posteri di una società innata.

Ho sognato già,

il grande esteriore di un Addio,

la funzione labile,

di un occhio al rallentatore.

Da qui,

il solletico affama i testicoli,

ferma il desiderio,

blocca gli interessi.

Virtuale, sarà stereotipo dislessico.

ORDINIultima modifica: 2019-12-25T16:44:29+01:00da anima-labile
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento